Lions Club Genova Ducale
   
   


Dipinto su tela
"Magia del sole"
di Elettra Spalla Pizzorno

Il motto :
Determinazione per Riuscire...

l Service principale dell’anno lionistico 199611997.
Il service che favorisce l’immaginario infantile.


IL QUARTO ANNO 1996/1997



Presidente Aldo Teso
Governatore Enrico Mussini

Past Presidente Borlandi Gino
V. Presidente Pettinati Sergio
Segretario Benvenuti Paolo
Tesoriere Giulietti Fausto
Cerimoniere Poggi Guido
Censore Zanetti Roberto
Consigliere Pedemonte Gaetano
Consigliere Pizzorno Gaetano
Consigliere Oikonomoj Giorgio
Consigliere Venturino Riccardo

Il SERVICE
La segnaletica esterna dell’Istituto Pediatrico Giannina Gaslini, considerato con "l’ottimo" in quasi tutti i suoi servizi era, fino a poco tempo fa, considerata al grado della mediocrità.
II Lions Club Genova Ducale, su proposta del suo Presidente Aldo Teso, in accordo con la Presidenza dell’Istituto, ha studiato la sostituzione della consueta segnaletica con cartelli portanti espressioni grafico-figurative.
L’opera è stata magistralmente ideata e progettata dall’Arch. Giorgio Oikonomoy, socio del Club.
In ogni singolo cartello, raffigurante un animale, il "cucciolo" ha accanto un "grande" e la Prof. Graziella Zecca Mansueto, responsabile dell’Unità Operativa di Psicologia dell’Istituto, ha spiegato il motivo, affermando che la segnaletica non ha soltanto lo scopo di rendere più facili e gradevoli i percorsi nell’ambito del vasto parco dell’Istituto, ma anche di aiutare il cucciolo, umano - che così facilmente si identifica nei cuccioli di altre specie - a sentirsi accolto e protetto.
Un grande pannello, posto all’ingresso dell’Istituto, riproduce il percorso con i cartelli che, oltre al simbolo, portano il numero del padiglione.
La portineria consegna agli ospiti una planimetria generale, anch’essa disegnata e fornita, contenente la riproduzione del percorso, l’ubicazione dei cartelli ed il numero dei padiglioni. 
Per l’attuazione dell’opera gli amici Borlandi e Oikonomoy, gratuitamente, hanno messo a disposizione del Club la loro Arte ed il loro Nome per la realizzazione di una serigrafia per ciascuno; serigrafie che, collocate nell’ambito del Club, hanno permesso di ottenere i fondi per far fronte ai costi necessari.

ASSEMBLEA DI APERTURA Il 13 Settembre 1996
II Presidente Aldo Teso ha convocato i soci in Assembea per illustrare il programma di lavoro dell’anno sociale, per relazionare sull’organizzazione dei Comitati e per le realizzazioni dei services usuali.
Buona parte dei lavori è stata impiegata per discutere del Service principale e, soprattutto, del reperimento dei mezzi fi nanziari atti al suo raggiungimento.

IL LINGUAGGIO DEL CORPO Il 27 Settembre 1996
II Club è stato riunito dal Presidente a Villa Spinola ed ha ascoltato il Dr. Ezio Parodi che ha tenuto una conferenza sul tema: "IL LINGUAGGIO DEL CORPO"
L’oratore ha spiegato come interpretare gesti, atteggiamenti ed espressioni del corpo umano.Secondo il Dr. Parodi il linguaggio del corpo è dovuto, in gran parte all’inconscio, per cui si può affermare che il corpo non mente; consegue che, se impariamo "a leggere" i messaggi che ci pervengono dagli altri, potremo arricchire le nostre capacità intuitive.

GITA A LUCCA Il 6 Ottobre 1996
È sempre bello stare insieme: "UNIRE CON I VINCOLI DELL’AMICIZIA" fa parte degli scopi cui si ispira il Lionismo e, stando insieme l’amicizia nasce, si consolida e da frutti meravigliosi.
Una di queste occasione è stata la gita "fuori porta" a Lucca, molto bene organizzata dal Comitato Gite, presieduto dall’amico Gianfranco Grimaldi, di concerto con il Presidente Teso. Viaggio in pullman, visita ai vari monumenti di interesse architettonico, allegro convivio, e poi sulle Mura per una altrettanto allegra "biciclettata" per chi voleva pedalare e, per gli altri, sempre sulle Mura, una salubre passeggiata per sgranchire le gambe.

IL GOVERNATORE Il 18 Ottobre 1996
La visita del Governatore, ENRICO MUSSINI, al Club é stata organizzata a Villa Spinola ed è stata preceduta, come di consueto, da una riunione del Consiglio Direttivo, durante la quale il Presidente, tra le altre cose, ha illustrato il service "Comunicare con l’infanzia".
Successivamente il Governatore ha incontrato tutti i soci ed il Presidente gli ha ufficialmente presentato il Service del Gaslini mentre il socio Oikonomoy gli ha illustrato le caratteristiche della segnaletica.
II Governatore ha concluso mettendo in evidenza l’importante e fattiva opera svolta dal Ducale, sin dalla sua fondazione, in pieno rispetto dei principi Lionistici: 
Enrico Mussini ha poi dichiarato d’essere rimasto particolarmente colpito dal service principale in quanto è orientato ad aiutare l’infanzia ed infine ha ringraziato tutti per la simpatia che sempre gli è stata dimostrata.

ALLA GIOSUE' SIGNORI  L' 8 Novembre 1996
Alle 18,15 di quel giorno si ripete la visita all’Istituto San Pietro di Prà dell’Opera Giosuè Signori; visita che è ormai diventata una consuetudine ed un piacere,per il nostro Club.
II Direttore dell’Opera, Monsignor Giovanni Pedemonte, Socio Onorario del nostro Club, ha celebrato la Santa Messa nella nuova Chiesa, da pochi mesi consacrata.
Accoglienza calorosa e festantante, cena, come solito, ai tavoli insieme alle assistite, tanta affettuosità e contentezza con sguardi pieni di riconoscenza per qualche ora trascorsa con gente diversa anche se, ormai, conosciuta.
Per qualche tempo sono rimaste in memoria le frasi di saluto di Monsignore Pedemonte e quelle pronunciate da Aldo Teso; mentre sarà difficile dimenticare quei visi sorridenti, pieni di gioia e di soddisfazione che ci hanno detto: "tornate presto"

ASTI Il 10 Novembre 1996
Asti è una città ricca di resti medioevali, di monumenti e vanta numerose testimonianze artistiche.
In mezz’ora di auto si arriva a Montiglio che vanta il Castello quattrocentesco contornato dal suo magnifico parco. E, vedi caso, si sa che ad Asti esiste un buon "refettorio" chiamato La Grotta preso il quale i "pellegrini" possono rifocillarsi.
Tre sacrosante ragioni che giustificano una passeggiata in pullman per passare una giornata in lieta amicizia. E allora: partenza da Piazza della Vittoria, sosta a Pegli, arrivo ad Asti, possibilità di partecipare alla S. Messa in Cattedrale e quindi allegro convivio.
Nel pomeriggio un rapido sguardo alla città ed ai suoi monumenti, e poi via verso Montiglio per la visita a una parte del Castello ed al suo parco che contiene la Cappella di S. Andrea.
È andato tutto bene; è stato un giorno di festa in un magnifico angolo d’Italia che ha dato storia, arte e gastronomia ad un gruppo di amici stretti dai vincoli del "Lionismo".
Un ringraziamento con un plauso al Presidente ed al Comitato organizzatore, hanno chiuso la giornata.

MONDO DEL GIOIELLO Il 29 Novembre 1996
A Villa Spinola, intermeeting con il Lion Club Genova San Giorgio.
II Presidente Aldo Teso, facendo tesoro della sua profesionalità, ha organizzato una conferenza a Villa Spinola con la partecipazione del Dr. Raffaele Zancanella, gemmologo, e della Dr.ssa Wilma Viganò, Amministratore Delegato della Platinum Guild International Italia.
I due oratori hanno trattato il tema: "Storia ed evoluzione nel mondo del gioiello".Dopo gli interessanti interventi dei due esperti, accompagnato da una musica appropriata, è apparso allo sguardo degli astanti un oggetto del tutto particolare: un vestito da sposa.
L’abito non era bianco; era luccicante, come se fosse stato di latta pulita, senza macchie di ruggine.Questa almeno è stata la prima impressione; ma latta non era.
Immaginarsi la sorpresa di tutti, quando si è saputo che era di PLATINO.
Solo il velo che lo attorniava era di tulle. Un vestito da sposa perfetto, ideato da Mauro Adami.
La presentazione che accompagna questo unico, straordinario oggetto, così esordisce: 
"II metallo più raro e più puro, l’abilità manuale giapponese, il gusto italiano: l’abito più prezioso del mondo - oltre due miliardi e mezzo di valore - è il risultato di una straordinaria collaborazione nel se-gno del platino".
Si può ben dire che quella sera abbiamo appreso cose che non conoscevamo ed abbiamo visto un oggetto eccezionale, forse unico al mondo, che nella sorpresa ha suscitato in tutti meraviglia e compiacimento per la sua sontuosa originalità. Un abito gioiello per una favola di oggi.

LA FESTA DEGLI AUGURI Il 14 Dicembre 1996
Il Natale è alle porte, è il 14 dicembre 1996 e, come sempre, il nostro Club si è riunito a Villa Spinola per ricordare questo grande e significativo avvenimento.
II nostro Socio Onorario, Monsignore Giovanni Pedemonte, come fa tutti gli anni, ci ha parlato del Natale e del suo importante significato che ha per tutte le famiglie.
A lume di candela il "Coro polifonico Ducale" diretto da Sergio Pettinati ha cantato, con maestria, le canzoni del Natale, creando quella particolare atmosfera di festa e di serenità. Sono seguiti i giochi a premio e sono circolate le ormai note buste per la benificenza, che sono arrivate ai soci con l’agendina dell’anno nuovo e sono ritornate al tesoriere impinguate di ciò che serve per dare una mano agli altri: per "...l’aiuto ai deboli, il soccorso ai bisognosi, la simpatia ai sofferenti." II saluto del Presidente e gli auguri natalizi hanno concluso la serata.

ASSEMBLEA DI METÀ ANNO Il 10 Gennaio 1997
II 10 Gennaio Assemblea di metà anno è stata convocata presso il Ristorante "LA PINETA".
II Presidente primariamente ha illustrato, nel dettaglio, gli sviluppi del Service principale, intrattenendosi particolarmente sulla distribuzione tra i soci delle serigrafie e sulle molteplici attività svolte dall’apposito Comitato.
Successivamente si è intrattenuto sul programma della gita di fine anno raccomandando una numerosa partecipazione.
 Aldo teso ha dato poi la parola al Tesoriere, Fausto Giulietti, che ha illustrato la situazione
finanziaria del Club. Infine Andrea Bruni, nella sua qualità di addetto del Governatore al Service distrettuale, la Banca degli Occhi, ha illustrato brevemente i lavori che si sono svolti e che si stanno svolgendo per l’attuazione del Service in argomento.Di tutto l’Assemblea ha preso atto, approvando.

VAN DYGK  Il 17 Gennaio 1997
Per il 17 Gennaio 1997, in occasione della mostra "Van Dyck a Genova" allestita dal Comune e dal Palazzo Ducale, il Presidente Aldo Teso ha invitato i Dottori Clario Di Fabio e Pietro Boccardo, esperti della Sovrintendenza alle Belle Arti di Palazzo Rosso, a trattare, il tema:
 "IL VAN DICK A GENOVA".
La serata è stata organizzata, a Villa Spinola, in intermeeting con i Club Genova san Giorgio e Genova Andrea Doria. L’incontro è stato interessantissimo anche perché si è saputo dei problemi che hanno accompagnato la nascita della mostra ed del suo allestimento.
Sappiamo oggi che la mostra è andata oltre i risultati sperati grazie agli studi ed all’opera di indagine in campo storico che hanno sostanziato i contenuti scientifici della mostra stessa. E così, ancora una volta, per l’iniziativa del nostro Presidente, il Ducale ha preso "... attivo interesse al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità", come vuole lo scopo del Lionismo.

CARNEVALE Il 7 Febbraio 1997
II nostro Club ha ospitato, per la Festa di Carnevale, il Lions Club Genova Capo Santa Chiara, il Lions Club Genova I Forti ed il Lions Club Genova Lanterna e ciò in attuazione degli scopi lionistici che, tra l’altro, mirano ad "unire i Clubs con i vincoli dell’amicizia..."
Eravamo allo SHERATON. L’organizzazione ed il coordinamento delle varie attività non è stata cosa semplice dato il considerevole numero dei partecipanti, ma la festa è riuscita benissimo con soddisfazione di tutti.Si sono  svolte gare di ballo e giochi a premi dove tutti hanno messo in campo grinta e simpatia.

LA MEDICINA Il 14 Marzo 1997
Siamo stati ospiti, al Ristorante "7 Nasi", del Club Genova I FORTI ed abbiamo ascoltato la conferenza del Prof. Antonio Guerci sul tema:"Etnofarmacologia: antichi rimedi per la medicina del futuro" L’argomento ha interessato l’uditorio e la chiara esposizione del prof. Guerci, accompagnata da appropriate proiezioni, ha dato spunti per avvicinarsi, apprezzandola, ad una materia non a tutti nota.

ASSEMBLEA ELETTORALE Il 21 Marzo 1997 
Il 21 Marzo 1997, a Villa Spinola, Assemblea elettorale. Con ordinate operazioni di voto è stato formato il nuovo Consiglio Direttivo e sono stati nominati i Revisori dei conti. Per il prossimo anno la Presidenza è toccata a Sergio Pettinati.

LA CHARTER Il 4 Aprile 1997
La Charter è una data importante per il Club ed il nostro Presidente ci ha convocati a Villa Spinola per il giorno 4 aprile, invitando anche il Governatore Enrico Mussini
Dopo l’introduzione del Cerimoniere e la lettura del Codice dell’Etica Lionistica e le bellissime espressioni del Presidente, seguite dall’intervento del Governatore, sono stati presentati i quattro soci che sono stati ammessi dal Consiglio Direttivo e precisamente: Gianfranco Bongiovanni, Roberto Burrometo, Alberto Cabassi, e Marco Montagnani.
AI  Past President, Gino Borlandi, è stato consegnato il riconoscimento di apprezzamento, 100%, per la fattiva opera dallo stesso svolta nel decorso anno.Sono stati consegnati i riconoscimenti di anzianità ai seguenti soci: Giulietti Audace, per i 25 anni, Andra Bruni per i 15 anni, Giulietti Fausto, per i 10 anni, e Tiraoro Roberto per i 10 anni
 Inoltre è stato consegnato al Governatore il contributo del Club per la "Fondazione Banca degli occhi Melvin Jones", come è stato consegnato al socio Lijoi, che lo ha ricevuto per conto del Comitato, il contributo per le cure specialistiche a favore della bambina iugoslava Leila
II Governatore ha chiuso la riunione, complimentandosi con il Presidente per l’attività svolta fino ad oggi in armonia con i principi Lionistici e per la perfetta organizzazione della serata.

GENOVA COM’ERA II 18 Aprile 1997
Una sera dedicata alla nostra Città, alla nostra Genova ed anche al nostro dialetto che, purtroppo, e con una certa fretta, sta scomparendo.
Chi poteva trattare tali argomenti con maestria e sapienza se non Vito Elio Petrucci?
Ed il nostro Presidente ha invitato propria Lui a Villa Spinola. Petrucci ha esordito partendo dal colpo di cannone che dal Righi, a mezzogiorno, segnava l’ora del pasto; ha ricordato la Piazza De Ferrari con palme, ha parlato delle fasce ed orti che esistevano prima della nascita di Corso Montegrappa, dei "treuggi" di Santa Brigida, della Lanterna, dei carruggi con il profumo di "friscieu", della casa di Paganini che da tempo è sparita, per l’ampliamento di Genova, della Cheullia (il Colle) cantata poi da Mario Capello e di tante altre cose della Genova che non esiste più.
Alcune domande dei presenti che hanno avuto la loro risposta e poi Petrucci ha concluso con qualche barzelletta in dialetto genovese.

LA CROCIERA Dal 29 Aprile al 4 Maggio 1997
Marinara distensione.La gita di fi ne anno è stata organizzata in crociera sulla "Costa Victoria" con il seguente itinerario:partenza da Genova con soste a Napoli, La Valletta, Corfù, Dubrovnik e arrivo, con fine viaggio, a Venezia.
La serenità che ha pervaso i partecipanti e l’entusiasmo in essi suscitato dalle visite alle cinque mete di grande interesse storico, artistico e culturale sono state alla base di un riuscito e divertente soggiorno in "mezzo al mare".
Complimenti al Presidente ed al Comitato organizzatore per la magnifica idea e per la perfetta preparazione.
II ricordo di giorni sereni consolida sempre il rapporto umano.

L’INAUGURAZIONE DEL SERVICE Il 21 Maggio 1997
È stato inaugurato al Gaslini il Service principale dell’anno lionistico 199611997.È stato il service che favorisce l’immaginario infantile.
Quel giorno, infatti, è stata presentata alle Autorità ed alla Stampa la nuova segnaletica esterna dell’Istituto Pediatrico Giannina Gaslini.
Dopo un breve intervento del Presidente dell’Istituto, il Governatore del Distretto, Enrico Mussini, ha ringraziato il Gaslini per aver dato ancora una volta all’associazione dei Lions la possibilità di servire, si è compiaciuto con il Presidente Aldo Teso per la realizzazione del meraviglioso servizio e si è complimentato con il maestro Oikonomoy, ringraziandolo, per la magnifica opera.
Infine, Monsignore Giovanni Pedemonte, che è intervenuto in rappresentanza di Sua Eccellenza Monsignore Dionigi Tettamanzi, con poche parole ha rilevato l’importanza ed il significato altamente umanitario dell’opera realizzata dal Ducale.
Ancora una volta l’altruismo e l’opera disinteressata per il benessere d’altri ed il saper coniugare il pensiero e l’azione, hanno lasciato il loro biglietto da visita.

SIMBOLOGIA DELLA MANO Il 23 Maggio 1997
Altro intermeeting a Villa Spinola con il Lions Club Genova Boccadasse, il Lions Club Genova La Superba, ed il Lions Club Genova Le Caravelle.
In quella occasione, il Presidente Aldo Teso ha fatto intervenire il Prof. Renzo Mantero che ha trattato l’argomento:"Mani, gemme, musica e stelle nel cenacolo vinciano"
Nella sua lettera di convoca il Presidente ha informato che il Prof. Mantero, che della mano ha fatto l’argomento principale della sua professione, ha compiuto anche approfonditi studi sulla simbologia delle mani nella cultura cristiana e demoniaca, sull’opera di alcuni poeti e di alcuni musicisti, sui disegni e gli affreschi del Tiepolo ed in particolare sulla gestualità delle mani riportate nel Cenacolo di Leonardo da Vinci.
Infatti la conferenza del professore ha messo in evidenza quelli che possono essere i significati che derivano dalla posizione che è stata data da Leonardo da Vinci alle mani degli apostoli nel famoso "CENACOLO" ed ha trattato anche le espressioni che possono derivare da tale gestualità.

UNA ROSA PER GENOVA II 26 Maggio 1997
Il tradizionale Service continua e si consolida sotto l’egida distrettuale.
Quest’anno il Comitato Organizzatore ha preparato, come sempre, la manifestazione "UNA ROSA PER GENOVA" al Teatro Carlo Felice curandone i minimi particolari.
Ha partecipato alla maratona canora un nutrito stuolo di famosi cantanti lirici ed anche ottime giovani speranze.
II Maestro Pittore Nino Bernocco ha messo a disposizione un suo dipinto su tavola 120x160 dal titolo Nebbia su Genova.II tenore Ugo Benelli ha presentato questa magnifica serata di gala.
Ancora una volta l’Organizzazione dei Lions ha riunito le arti del bel canto e della pittura alla solidarietà.Infatti l’intero ricavato è stato destinato alla Fondazione "BANCA DEGLI OCCHI MELVIN JONES" di recente costituzione.

ALLE GROTTE DI TOIRANO II 8 Giugno 1997
È stata una bella gita di un gruppo di amici in una domenica di giugno.
II Ducale si è recato a Toirano che, dal punto di vista culturale, con le sue grotte, vanta l’itinerario speleoturistico più importante d’Italia.
Le grotte contengono il cimitero degli orsi e tracce lasciate dall’uomo cacciatore circa 12.500 anni fa.
Compiacimento tra i partecipanti che hanno seguito con interesse le descrizioni di Giorgio Oikonomoy che, con competenza e preparazione, ha integrato quelle della guida. Convivio al ristorante "II Capanno" in Ranzi di Pietra Ligure dove la compagnia è stata rallegrata da un complesso vocale-strumentale.
 I presenti, dopo il pranzo, si sono lasciati trasportare da qualche passo di danza.

ASSEMBLEA DI CHIUSURA II 27 Giugno 1997
I soci del Club sono stati riuniti in assemblea al Ristorante "La Villa" in Savignone il 27 giugno 1997.
Dopo la cena ha preso la parola il Presidente, Aldo Teso, che ha fatto un riassunto dell’attività svolta durante l'anno, mettendo in evidenza l’incremento del numero dei soci che è stato dal 12% circa e ricordando con compiacimento la percentuale delle presenze che si è aggirata mediamente sul 75%.
II Presidente ha tenuto a sottolineare l’armonia che sempre ha improntato il lavoro svolto e che ha permesso la realizzazione dei Services attuati.
A tal proposito il Presidente si è soffermato sul Service "COMUNICARE CON L’INFANZIA" e ha ringraziato in particolar modo i soci Borlandi ed Oikonomoy senza dei quali l’iniziativa non avrebbe potuto essere ralizzata
Con un brindisi augurale per il futuro del Club ed il suo futuro Presidente Pettinati, Aldo Teso ha passato la parola ad Andrea Bruni quale "Formatore soci", che si è intrattenuto brevemente sui precedenti costitutivi del nostro Club e sugli insegnamenti a duo tempo ricevuti.
Dopo Bruni il Tesoriere, Fausto Giulietti, ha illustrato il bilancio consuntivo con una relazione distribuita a tutti i soci.
È seguito l’intervento di Pettinati che ha ringraziato Teso ed ha augurato buone vacanze a tutti.
Alla fi ne Aldo Teso ha distribuito i distintivi alle nuove cariche e, con un ultimo ringraziamento a tutti ed il suo tocco di campana, ha chiuso la seduta ed anche l’anno lionistico 1996-1997.