Lions Club Genova Ducale
   
   


Dipinto su tela
"Magia del sole"
di Elettra Spalla Pizzorno

Il motto :
Determinazione per Riuscire...


IL PRIMO ANNO 1993/1994

f8
Presidente Andrea Bruni
Governatore Maurizio Casali


I° V. Presidente Borlandi Gino
II° V. Presidente Sacchi Ettore
Segretario Baldizzone Manlio
Tesoriere Pitto Tullio
Cerimoniere Venturino Riccardo
Censore Giulietti Fausto
Consigliere Calrlino Antonio
Consigliere Benvenuti Paolo

Il SERVICE

Il Club è appena sorto e le disponibilità finanziarie non permettono di fare quello che lo spirito di servizio vorrebbe realizzare.
Durante tutto l’anno sociale, in diverse riunioni del Consiglio Direttivo, si sono esaminate e discusse varie possibilità di services, tutte meritevoli, ma non realizzabili.
Si sono infatti esaminate la possibilità di parteci-pare alla Campagna Sight First creata in aiuto della cecità nel mondo e la possibilità di istituire un Trofeo Mantovani in onore del Presidente Sampdoriano, a quel tempo scomparso.
Su proposta del Presidente il Consiglio Direttivo ha deciso di istituire un "Fondo pro Benefi cenza", accantonando quegli importi che risulteranno disponibili alla fine dell’anno sociale.
Ed è così che, alla fi ne dell’anno, il Club ha potuto accantonare la bella somma di dieci milioni di lire che sono poi serviti per il service dell’anno successivo.

RIUNIONE DI CONSIGLIO Il 10 Settembre 1993
Il primo Consiglio Direttivo di quest’anno è stato convocato dal Presidente Bruni, presso la sua abitazione.In quella occasione sono stati esaminati argomenti organizzativi e sono state adottate decisioni riguardanti l’andamento del Club.Tra queste deve essere segnalata la decisione di ammettere tra i soci, accettando il suo transfer dal Club I DOGI, il Lion Filippo Bonanzinga.

GITA DEL GLUB Il 26 Settembre 1993
Passate le vacanze, tornato il tempo normale, il Club ha ripreso la sua attività.
Il Presidente Bruni ha organizzato una gita – si può dire – appena, appena fuori porta.
Con un bel torpedone si è giunti a San Bartolomeo di Savignone, s’è ascoltata la Messa e poi,
nel verde di Cortino, al Ristorante Caterina, i soci hanno apprezzato un pranzo a base di specialità genovesi.
Nel pomeriggio, tutti a Prelo a casa di Bruni la cui ospitalità ha chiuso la giornata in allegro spirito di colleganza.

IL FUTURO DI GENOVA Il 8 Ottobre 1993
Era venerdì ed il Club era riunito a Villa Spinola, Signore comprese.
Il Dr. Prof. LAMBERTO MOSCI ha trattato l’argomento: "Genova per il 2000, futuro e speranze di una città". Il Club, ascoltando l’interessante esposizione, ha dimostrato attivo interesse alla cosa pubblica anche in aderenza agli scopi del lionismo che, tra l’altro, suggeriscono di prendere attivo interesse al bene civico.

STORIA ANTICA Il 22 Ottobre 1993
Nella splendida cornice della Sala degli Arazzi di Villa Spinola, quel venerdì del mese di ottobre, è stato invitato l’Avv. Mauro Grego.L’oratore si è intrattenuto su un singolare argo-mento: "il racconto e la documentazione (fi nora sconosciuta) di una storia d’armi, di denaro e di galera nella Genova del seicento".
 L’esposizione, che è stata accompagnata dalla presentazione di oggetti e documenti del tempo, anche se ha sfiorato il fantastico, è stato accolta con interesse e curiosità e forse questo era il fi ne al quale l’Avv: Grego tendeva.

RIFORME Il 5 Novembre 1993
Per questo meeting, Il Presidente ha invitato l’avv. On. Alfredo Biondi che ha intrattenuto i soci sull’interessante ed attuale tema "Il tempo delle riforme"
.La grande capacità oratoria, l’impronta del vernacolo toscano, l’entusiasmo nel proporsi hanno focalizzato l’attenzione della platea.Il discorso, ovviamente, è stato politico ed ha trattato ed è stato imperniato su un argomento che, anche se necessario, non è, certamente, di prossima soluzione. Tuttavia il tema ha ricordato un qualche cosa che sicuramente, prima o dopo, dovrà essere realizzato nell’interesse della colletività.

GITA DEL CLUB Il 14 Novembre 1993
L’amicizia nasce dalla affinità di sentimenti, dalla, consuetudine e dalla comunicabilità. Ed allora è possibile, anzi si deve, uscire dagli schemi degli aridi statuti per dedicare un pò di tempo allo "stare insieme".Così il Presidente ha organizzato un incontro conviviale con le famiglie dei soci e loro ospiti, portandoli tutti in torpedone ad Alessandria.Era domenica 14 novembre e, dopo la Messa nel Duomo di Alessandria, i soci si sono ritrovati presso il ristorante Il Grappolo dove hanno potuto gustare una squisita "bagna cauda".Il cerimoniere Riccardo Venturino, con simpatia ed abilità, ha fatto gli onori di casa.

LA CITTÀ Il 19 Novembre 1993
Altro argomento che riguarda la nostra Città è l’evoluzione che subisce, e che subirà, il nostro Porto.Ne ha parlato l’Ing. Fabio Capocaccia, venerdì a Villa Spinola, trattando il seguente argomento: "Crociere a Genova: nuove prospettive per la Città".
L’ Ing. Capocaccia, tra le altre cose, ha messo in evidenza i vantaggi che deriveranno a Genova, nel porto della quale faranno scalo le più importanti compagnie con navi da crociera. La sosta di queste navi permetterà ai passeggeri di scendere a terra per visitare la Città e questo, secondo Capocaccia, per l’economia genovese, non sarà poco.

FESTA DEGLI AUGURI Il 18 Dicembre 1993
Tra poco è Natale; mancano pochi giorni: siamo arrivati al 18 dicembre ed il Presidente, che ha delegato alle Signore l’organizzazione della serata, ha convocato i soci a Villa Spinola.
 Era presente Monsignore Giovanni Pedemonte, Direttore Responsabile dell’Opera Giosuè Signori, le cui fi nalità assistenziali sono ben conosciute dai soci.
Dagli occhi di ciascuno trasparivano gioia e soddisfazione perché l’essere uniti per fare del bene porta entusiasmo ed unione.
Sono state raccolte, mediante le consuete buste, le offerte per la beneficienza del Natale e sono stati venduti i biglietti della lotteria per gli oggetti che sono stati raccolti dalle Signore e che, come d’uso, hanno suscitato la curiosità di tutti.
Poi la parola di Monsignor Pedemonte, breve, ma toccante; un pensiero sul Natale che unisce le persone di buona volontà ed un pensiero di sprone per il giovane Club. 
La serata ha dato dei buoni frutti sia dal punto di vista materiale – il che permetterà l’impostazione di services concreti – che dal punto di vista spirituale perché sicuramente ha cementato quell’amicizia che é alla base di ogni iniziativa altruistica.

L’ASSEMBLEA DI METÀ ANNO Il 14 Gennaio 1994
È stata convocata per venerdì presso il "Colum-bus Sea Hotel".Dopo la relazione del Presidente, che è stata approvata, il Tesoriere, Pitto, ha letto ed illustrato la situazione dei conti al 31 dicembre 1993; situazione che è stata anch’essa approvata alla unanimità.
Anche questa riunione puramente tecnica, è stata una occasione che ha riunito i soci, ritemprando lo spirito di ognuno ed il rapporto di amicizia.


ROBY CARLETTA Il 21 Gennaio 1994

Il Presidente Bruni, nel programmare l’attività dell’anno lionistico, ha ben pensato di organizzare una serata divertente e distensiva.A tal proposito ha invitato, a Villa Spinola, l’attore comico Roby Carletta. Il cabarettista, nel presentare il suo libro, ha sfoggiato la sua verve comica, facendo passare agli astanti un’ora in allegria. Anche questo concetto si può benissimo ricercare nel nostro "Unire con i vincoli dell’Amicizia…

LA FESTA DI CARNEVALE Il 19 Febbraio 1994
Si è trattato di una bella festa che si è svolta alla Caravella di Corso Italia.Il colpo d’occhio è stato splendido: ai tavoli erano sedute dame con costumi d’altri tempi, pagliacci, diavoli, qualcuno aveva la punta del naso ingrossata e rossa come il fuoco senza dire delle variopinte stelle filanti e delle trombette di carta che la facevano da padrone.
Dopo il convivio, si è ballato, si è giocato ed alla fine, una commissione appositamente eletta, ha
premiato, con ricchi doni, la maschera singola più originale, la coppia in maschera più originale e la coppia in maschera più spiritosa

FISCO Il 4 Marzo 1994
Dalle serate allegre e spensierate a quelle più impegnate e/o culturali. E così si sviluppa quel pro-gramma di attività che il Presidente Bruni ha voluto variegato ed alternato tra il serio ed il faceto.È per questo che il Club ha invitato, a Villa Spinola, il Dott. Prof. Gianni Marongiu, il quale ha intrattenuto i presenti sull’argomento:"Fisco: solo lacrime e sangue?" 
Il conferenziere ha trattato la storia della tassazione, la sua evoluzione nel tempo ed il perfezionamento dell’imposizione fiscale nei vari periodi storici. È così che l’oratore ha interessato l’uditorio, parlando non dei balzelli, ma di come, di volta in volta, sono nati.

ASSEMBLEA ELETTORALE Il 18 Marzo 1994
Alla Torre di San Benigno, al diciannovesimo piano, affascinati da una incantevole vista di buona parte della città, presso il Ristorante World Trade Club, si è riunita l’Assemblea elettorale.Si sono svolte le operazioni di voto che hanno porta-to alla elezione del nuovo Consiglio Direttivo e delle cariche del Club per l’anno 1994/1995.Andrea Bruni, per la terza volta, è stato nominato Presidente del Club.

LA CHARTER Il 8 Aprile 1994 
Il Compleanno del Club si è svolto, un venerdì di Aprile, a Villa Spinola, contemporaneamente alla visita del Governatore, Maurizio Casali.
Come di consueto il Governatore, prima del convivio, ha presieduto la riunione del Consiglio Direttivo, durante la quale il Presidente ha esposto l’attività sino a quel momento svolta dal Club e quella che ha in programma di porre in essere sino alla chiusura dell’anno sociale. Durante la serata si è tenuta la cerimonia di ammissione di quattro nuovi soci:.Gli amici Gaetano Pedemonte, Giorgio Oiknomoy, Giovanni Dessena e Luigi Robba hanno formalmente dichiarato, innanzi al Governatore, la loro disponibilità ed il loro impegno a far parte della grande famiglia dei Lions.Dopo la cena il Governatore si è complimentato per tutto quanto il Club ha fatto sino ad ora, nella sua pur breve vita, ed ha vivamente apprezzato un ingresso così numeroso di nuovi soci formulando per il Ducale un avvenire sereno e ricco di attività’ e soddisfazioni.

NASCITA E STORIA DEL CLUB
A Villa Spinola, dopo la cena, il Presidente ed il socio Audace Giulietti, addetto all’archivio storico del Club, hanno proiettato ed illustrato una serie di diapositive che ricordavano la sera della prima Charter in tutte le sue fasi. Nella stessa serata sono stati consegnati i riconoscimenti di anzianit à ad alcuni soci.E stata una splendida serata che ha rinnovato, in tutti i soci, la soddisfazione di essere riusciti, malgrado tutto, a costituire il nuovo Club.

UNA ROSA PER GENOVA - ASSEBLEA Il 10 maggio 1994
Il Presidente ha illustrato all’Assemblea dei soci, riunita per la sera del 10 Maggio, presso lo Studio Giulietti, l’attività svolta per la realizzazione del service "Una Rosa per Genova". Il ricavato del concerto Lirico, che è stato organizzato al Teatro Carlo Felice, è stato destinato alla campagna mondiale "SIGHT FIRST".
L’impegno assunto da tutti i soci del Club ha dato risultati ottimi tanto che i biglietti venduti hanno di gran lunga superato il numero sperato.La rivista "LIONS" di Settembre, in un articolo dedicato al "SIGHT FIRST" annovera il Ducale tra i Clubs che si sono maggiormente distinti nelle erogazioni.

CAN CAN A VILLA SPINOLA Il 20 Maggio 1994
Su proposta del Presidente, il Consiglio Direttivo ha affi dato alle signore, consorti dei soci, l’organizza-zione e la gestione di un meeting.Hanno accettato l’invito, undici signore le quali hanno pensato di mettere in scena uno spettacolo di cabaret. Aiutate da tre validi professionisti nel campo dello spettacolo, le signore, per alcuni mesi, si sono seriamente impegnate, imparando passi di danza, studiando parti, provando e riprovando.Le fatiche sono state profi cue e ben ripagate. La sera del 20 Maggio, a Villa Spinola, nella sala degli arazzi, su un palcoscenico ben illuminato, lo "SPETTACOLO" è andato in scena.Riuscitissima sorpresa per tutti e tanti, tanti applausi che hanno coronato un sacrificio, affrontato e superato molto bene, per aiutare il Prossimo.Infatti il ricavato, di importo più elevato dello sperato, è stato devoluto ai services del Club.

GITA DEL CLUB Dal 9 al 13 Giugno 1994
Meticolosamente preparata dal Presidente, ha avuto luogo, dal 9 al 13 giugno, la gita di fi ne anno con meta SALISBURGO. Sono stati cinque giorni di serenità dedicati ad interessanti visite ed escursioni cui hanno fatto contorno un magnifico concerto, ottime ed eleganti cene ecc…Emozionante è stata la visita alla miniera del sale dei Celti. Molte foto, allegria e solidarietà.

ASSEMBLEA DI CHIUSURA Il 1 Luglio 1994
L’Assemblea generale di Giugno è stata convocata presso il Ristorante Le Cupole.Dopo la relazione del Presidente sulla attività annuale del Club il Tesoriere ha letto ed illustrato le poste di bilancio e ha fornito dati e chiarimenti sulla consistenza delle poste attive del sodalizio.Il Presidente ha chiuso la serata manifestando la soddisfazione per la particolare unità del Club, per il lavoro svolto e per i risultati conseguiti.

GITA FINALE Il 3 Luglio 1994
È stata chiamata, dal Segretario Baldizzone, che ha spedito la lettera, "gita di chiusura anno".Il Club è andato in Lunigiana e, dopo aver visitato Fiorino, si è recato nei locali del Ristorante "La Torre di Malgrate".Il menù era riportato nella stessa lettera di convocazione.Il Presidente, nel suo discorso di commiato, ha formulato i consueti auguri per le imminenti vacanze.