Lions Club Genova Ducale
   
   


Dipinto su tela
"Magia del sole"
di Elettra Spalla Pizzorno

Il motto :
Determinazione per Riuscire...

Istituto Benedetto XV in Genova.
Ripristino dei locali e fornitura completa di 12 camere per le ragazze dell'Istituto.


IL DECIMO  ANNO 2002/2003



Presidente Giancarlo Zanetti
Governatore Alberto Della Costa

Past President Lijoi Antonio
Vice Presidente Montagnani Marco
Segretario Ricci Roberto
Tesoriere Pedemonte Gaetano
Cerimoniere Sacchi Ettore
Censore Zanetti Roberto
Consigliere Bruni Andrea
Consigliere D’Angelo Fernando
 Consigliere Manara Guido
 Consigliere Fausto Giulietti

IL SERVICE

L’OPERA BENEDETTO XV, salita S. TECLA 6°, e’  un opera assistenziale in onore del Papa genovese Benedetto XV; lavora dal 1923 e il suo progetto educativo ha come finalità un sostegno pedagogico in favore di minori di sesso femminile, segnalati dal Tribunale dei Minorenni di Genova, con un quadro psicologico e relazionale estremamente critico. La fascia di età delle ragazze  ospitate va dagli 11 ai 20 anni; i loro nuclei famigliari sono contraddistinti da comportamenti devianti (droga, prostituzione, spaccio, furto) o dalla presenza di problemi psicologici e psichiatrici. Si sono aggiunte in questi ultimi anni diverse ragazze provenienti per lo più dal Sud America e dall’Est ( vengono in Italia con il sogno di un lavoro e poi si trovano in situazioni pesanti  di sfruttamento, maltrattamenti sino alla schiavizzazione).
Il personale della comunità è sostenuta dal Direttore Don Revello, da una religiosa Suor Lucia, da tre educatrici, due tirocinanti e dall’aiuto di volontari molto disponibili.
Pur avendo mezzi molto limitati l’attenzione rivolta alle ragazze riguarda prima di tutto la sfera sanitaria, molto precaria e spesso aggravata da trascuratezze precedenti. Il volontariato e la retta coprono le spese per le  visite da medici specialisti, per il vitto, per l’acquisto di occhiali, apparecchi protesici per i denti ecc. ) nonchè per tutto quello che necessitano in ambito scolastico (fornitura dei libri di testo, materiale specifico per i diversi indirizzi ).
La struttura si è adeguata a tutte le norme CEE sostenendo negli ultimi mesi spese piuttosto onerose .
In estate le ragazze frequentano regolarmente la comunità e vengono loro  garantite dall’istituto giornate al mare o in piscina, campeggi estivi, e gite al fine di ripristinare in loro, dove possibile, una normalita’ di comportamenti ed una qualita’ della vita accettabile .
Cio’ richiede una congrua quantita’ di fondi per poter attuare le attivita’ di recupero programmate.
Tutte queste cose di primaria importanza hanno fatto sì che venissero trascurati dalle spese gli ambienti di alloggio delle ragazze, cioe’ dove esse dormono.
Le loro camere,  sebbene pulite ed ordinate, sono dotate di fatiscenti arredi che risalgono ancora al 1952, anno dell’inaugurazione della casa.
Dopo attenta analisi della situazione dell’opera Benedetto XV (visitata a piu’ riprese dal Presidente, dal Segretario e dai membri del Consiglio Direttivo), il Consiglio Direttivo del Lions Club Genova Ducale ha deliberato che la risistemazione degli alloggi delle ragazze costituisca oggetto prioritario,  di primaria urgenza ed importanza, e che debba essere sviluppato e portato a ternine nell’anno di gestione 2002/2003.
Lo scopo e’ pertanto quello di riverniciare le camere da letto e  di fornire all’istituto gli arredi delle camere delle 12 ragazze normalmente residenti (letti, armadi comodini, sedie e tavoli).
Il Consiglio ha ritenuto l’opera Benedetto XV meritoria della attenzione e dell’aiuto per tali necessita’, con la consapevolezza  che anche un ambiente rinnovato aiuta ad essere maggiormente sereni, cosa di cui le  ragazze hanno estremo bisogno.
Il progetto si e' perfettamente concluso nel Marzo 2003, il Lions Genova Ducale ha cosi' portato a termine il suo Service principale dell'anno 2002-2003 con grande soddisfazione del Club, di Suor Lucia e Don Revello,  e delle ragazze ospiti. 
Nel corso di una breve e famigliare cerimonia di consegna tutti hanno condiviso questa parentesi di felicita'.

ASSEMBLEA DI APERTURA Il 19 Settembre 2002
Assemblea di apertura dell'anno Lionistico 2002/2003 presso il ristorante Ippogrifo (p.zza Rossetti), dove viene dato inizio ufficiale all'anno, vengono esposti i progetti, dettagliatamente spiegato il Service dell'anno.
Il Tesoriere Pedemonte ha puntualmente esposto  il resoconto del bilancio di apertura con lettura delle poste allocate e da destinare, e viene cosi' approvato il bilancio preventivo.
Viene ben evidenziata dal Presidente la peculiarita' di questo anno, durante il quale dovra' essere opportunamente evidenziata la ricorrenza del Decennale del Club.
Un brindisi finale chiude in bellezza la serata, a suggellare l'inizio di un nuovo splendido anno Lionistico dopo le vacanze estive.

GITA A BAROLO PIEMONTE Il 6 Ottobre 2002
Gita a Barolo nelle Tenute dei Marchesi di Barolo, con visita al Castello.
Dopo un avventuroso inizio di gita con la suspance di un pulmann in ritardo ed alquanto "bizzarro", si arriva nelle splendide tenute dei Marchesi di Barolo.
A Barolo c'è una casa dipinta di giallo che sovrasta il paese e guarda in faccia, orgogliosa, il Castello dei Falletti.
Pranzo presso la Tenuta con vini scelti dallo Chef, poi visita alle antiche cantine , dove si e' potuto ammirare tutto il metodo ed il ciclo di produzione del famoso vino di Barolo.
Nel pomeriggio era doverosa la visita al Castello di Barolo dove, per un lungo periodo soggiorno' Silvio Pellico di ritorno dalle prigioni dello Spielberg.
Rientro a Genova in tarda serata in grande armonia e spirito di amicizia.

POLIZIOTTO  DI   QUARTIERE  Il 25 ottobre 2002
Un meeting di particolare attualità. A Villa Spinola, per iniziativa dei Lions Clubs Genova Ducale e Genova Capo S. Chiara,  e per il tema proposto le massime Autorità lionistiche del Distretto hanno voluto, con la loro presenza, dare ulteriore spessore alla serata.
Erano infatti presenti il Governatore Alberto della Costa, il VDG Wanda De Regibus, il PCC Giorgio De Regibus, il Presidente della II^ Circoscrizione Sergio Pettinati, il Delegato di Zona Antonio Ravelli e, per l’Arma dei Carabinieri, il Generale Pietro Pistolesi, Comandante della Legione Liguria, mentre il Corpo della Guardia di Finanza era rappresentato dal Colonnello Flavio Aniello, Comandante della Legione Liguria.
 Il tema  “Nuove strategie della politica della sicurezza.La Polizia di prossimità” è stato svolto con impegno,sapienza ed equilibrio dal Vice Questore Dott.Sebastiano Salvo, delegato dal Questore Dott. Oscar Fioriolli impossibilitato a partecipare per sopravvenuti impegni.
Con linearità, l’oratore ha tracciato l’evolversi nel tempo delle emergenze di ordine pubblico e il conseguente impegno nelle risposte della Pubblica Sicurezza: il terrorismo degli anni ’70, il contrasto alla grande criminalità organizzata negli anni ’80 e ’90 e, poi, il terrorismo internazionale.
L’imperativo attuale è rappresentato dalla risposta che deve essere fornita alla richiesta di sicurezza personale da parte del Cittadino, che si estende allo svolgimento delle sue attività professionali, commerciali, per la sua mobilità e così via. 
Cresce quindi la necessità della presenza fisica sul territorio di Agenti visibili che possano avere, oltre alla funzione d’intervento, quella di prevenzione e deterrenza. La Polizia di prossimità, per l’appunto, che tanta parte avrebbe per dare la sensazione di sicurezza che il Cittadino richiede.
Il Governatore Della Costa, concludendo il meeting, ha voluto ricordare l’impegno civico e culturale del Lionismo, che si manifesta anche attraverso iniziative come questa tese a conoscere, capire e agire: sostanzialmente ad aiutare a vivere.

VISITA ALL'ISTITUTO BENEDETTO XV L' 8 Novembre 2002 
Il  Presidente dedica il secondo meeting 2002/2003 alla conoscenza dell'oggetto del Service principale dell'anno, cioe’ dell’Istituto Benedetto XV, di Suor Lucia e Don Revello e delle ragazze ospiti. Lo scopo e' di condividere le emozioni ed i sentimenti del nostro essere Lions e di “ Servire “ ( We serve). Presso L’Istituto BENEDETTO XV salita superiore Santa Tecla 6A. La serata inizia un po’ prima dell’usuale in quanto si ha l’opportunita’ di assistere alla SS. Messa, officiata da Don Revello stesso, nella raccolta Cappella all’interno dell’Istituto. Dopo la Messa si dialoga con i responsabili e con le ragazzine dell’Istituto in un clima di allegria e serenita'

CULTURE, SALUTE E MALATTIA Il 22 Novembre 2002
A Villa Spinola alle 20,30 è  ospite del Club, nonche’ relatore, il PROF. ANTONIO GUERCI  Professore Ordinario di Antropologia all' Universita' di Genova.
La relazione verte su di un argomento scientifico di grande interesse, riguardando il nostro benessere ed il nostro porci di fronte alla malattia. Il titolo della relazione e’ : “Culture, salute e malattia. Il cammino dell'evoluzione umana."
Grande abilita' e simpatia espositiva, curiosita' dal modo circa l'interpretazione che l'uomo ha dato allo stato di salute e malattia, hanno reso la serata estremamente interessante, con vari interventi dei Soci e degli ospiti;le  domande poste ail Prof. Guerci hanno ricevuto risposte interessanti e  completa soddisfazione.
Veramente una splendida serata a carattere scientifico.

SERATA DEGLI AUGURI -IL CORO NUGAE Il 13 Dicembre 2002
Il Natale è prossimo e come di consueto il nostro Club si è riunito a Villa Spinola per ricordare questo grande e significativo avvenimento. Grandi addobbi natalizi, ed un palco facevano da sfondo alla serata magica prima delle Festivita'.
Per merito del Presidente del comitato attivita' culturali, il socio Aldo Teso, unitamente al Presidente Zanetti, si e' resa possibile la magica partecipazione del coro Nugae, costituito da esperti professionisti ed autodidatti della musica. Con maestria, le canzoni del Natale di tutto il mondo sono state rese vive e presenti, con una sentita atmosfera di festa e di serenità.
E' seguita la lotteria tradizionale e sono circolate le ormai note buste per la benificienza, che sono arrivate ai soci con l’agendina dell’anno nuovo.
Grande raccolta di fondi nella serata , persino al di la' delle aspettative , tutto all'insegna della bonta' e disponibilita' verso il prossimo, cosi' come ogni Lions  sente di fare per sentirsi tale.
Ha concluso la serata un discorso sul Natale del Socio Vincenzo Di Bella, seguito dal discorso del Presidente Giancarlo Zanetti che ha Augurato a tutti Buone Feste e felice anno nuovo.

QUESTIONI DI.....CUORE  Il 24 Gennaio 2003
Ecco una serata che, per desiderio del Presidente, ha visto come relatore proprio un socio del Lions Genova Ducale, il Past Presidente Prof. Dr. Antonio Lijoi.
Il tema : " Questioni di ... cuore .L'evoluzione della cardiologia " scelto dallo stesso  prof. Antonio Lijoi, Professore di Cardiochirurgia all'Universita' di Genova, verteva  sugli aspetti storici della cardiochirurgia dalle prime esperienze dell'uomo sino ai nostri giorni, con uno sguardo al futuro.
 Il meeting , presso la sala conferenze del Jolly Hotel Marina di Genova Porto Antico, ha visto la partecipazione di praticamente quasi tutti i soci, molti ospiti ed amici, tanto da costituire  una delle serate di maggior successo per presenze.
Ben meritata l'accoglienza tributata all'oratore, che pur con un argomento tecnicamente difficile per i non addetti, ha saputo rendere il racconto di estrema semplicita', comprensione e piacere nell'ascolto. Molte domande alla fine, grandi applausi, serata piacevolissima e di gran partecipazione da parte di ognuno. I complimenti al relatore da parte di tutti non si sono fatti attendere. 

CINA E VIETNAM -  Il 28 Febbraio 2003
La serata si e' svolta in Intermeeting con i Club del Distretto Genova Cristoforo Colombo e Genova I Forti.
I tre Club si sono riuniti a Villa Spinola alle ore 20,30 per ascoltare la relazione del Socio Vincenzo Di Bella, dal titolo : " CINA E VIETNAM ALLE SOGLIE DEL TERZO MILLENNIO".
Il nostro Socio Di Bella e' un Leader del Lionismo internazionale, Melvin John Fellow, primo presidente Italiano del Consiglio dei Governatori, nostro Lions Guida. 
Da piu' di trent'anni risiede e frequenta Cina, Vietnam, Laos e Cambogia ed e' pertanto un competente conoscitore di quella parte di mondo, degli usi e costumi, delle religioni e di ogni aspetto dei paesi orientali. Alla serata hanno partecipato le massime cariche Lionistiche del nostro distretto: Governatore, Vice Governatore, Past Presidente del Consiglio dei Governatori,Presidente di Circoscrizione, Delegati di Zona, Segretario Distrettuale, Past Governatori, molti MJF ed ancora altre Autorità.
Relazione dell'oratore con un profilo storico politico inatteso, con interpretazione degli eventi storici che ha per un verso sorpreso molti soci ed ospiti; tanto era necessario per dare alla serata una carica di grande interesse, di reazioni positivamente accalorate, con moltissime domande alla fine. Bene, il confronto di idee e' stato positivo ed ognuno ha potuto scoprire tante cose inedite e nuove di mondi tanto lontani da noi per cultura e per Geografia.

CHARTER NIGHT DEL DECENNALE Il 29 Marzo 2003
Non si può certo dire che il L.C.  “Genova Ducale” abbia scelto le mezze misure per festeggiare, il 29 marzo, i suoi primi dieci anni di vita.
All’ombra di un enorme stendardo di almeno venti metri quadrati, ove una fuga di dieci simboli Lions stava ad indicare altrettanti anni di operosa attività, si è riunito nella storica Sala del Minor Consiglio, straripante di dipinti, ori, stucchi e tanto bella da mozzare il fiato, dell’altrettanto prestigioso Palazzo Ducale, testimone dei fasti della Repubblica di Genova.
A confermare l’importanza di un appuntamento tanto significativo basterà sottolineare che allo stesso hanno voluto essere presenti due P. Presidenti del Consiglio dei Governatori (De Regibus e Di Bella), quattro P. Governatori (Drago, Manuelli, Ponte, Casali), il Vice Governatore Wanda De Regibus, che ha portato il saluto del Governatore Alberto della Costa impossibilitato ad intervenire perché indisposto, oltre a numerosi Officer interdistrettuali e distrettuali fra i quali citiamo il Presidente di Circoscrizione Sergio Pettinati, espresso dallo stesso Club.
Un Club, il “Ducale”, sorto per gemmazione dal “Pegli”, per volontà di venti amici, ben decisi a praticare il lionismo in piena libertà di intenti con lo scopo di fare e dare il massimo, che trovarono nel primo Presidente, Andrea Bruni, la personalità dal carattere volitivo e dotata di qual tanto di diplomazia necessaria a raggiungere lo scopo prefissato.
In un panorama cittadino già  allora caratterizzato da un notevole numero di Club esistenti, il nuovo sodalizio seppe fin dall’inizio ritagliarsi uno spazio caratterizzato da alcune specifiche peculiarità quali il costante ma estremamente selettivo incremento di nuovi soci, tale da portarlo a più che raddoppiare il numero degli aderenti in questo spazio di tempo, il mantenimento di un clima di serena e operosa attività fra gli stessi, il tutto condito un tocco di classe, che non guasta mai, ed infine  un nutrito e qualificato numero di service portato a compimento.
Un sia pur sintetico ricordo di questi ultimi non può sottacere il ripristino dell’edicola di Vico San Matteo, il sostegno alla Casa di Prima Accoglienza per le ragazze madri, la segnaletica esterna del
 “ Gaslini ”, il restauro della Cappella delle Suore della Carità di Madre Teresa di Calcutta, la ristrutturazione del Centro di Accoglienza  “La Vela” per i familiari dei bambini ricoverati al Gaslini, il restauro di due opere di Del Vaga, la pubblicazione e la distribuzione in migliaia di copie di un opuscolo sulla prevenzione degli incidenti domestici in età infantile, l’arredo delle camere dell’Istituto Benedetto XV.
Più che giustificato quindi il clima di consapevole coscienza di aver fatto un buon lavoro che ha permeato la serata di celebrazione del decennale condotta con piglio spigliato e colloquiale dal Presidente Giancarlo Zanetti.
Iniziata con  la distribuzione del 100% delle presenze per lo scorso anno e l’investitura del nuovo Socio Lino Bottaro, è proseguita poi con un raffinato simposio, per concludersi con la distribuzione a tutti i presenti di un prestigioso volume che racconta dettagliatamente la storia di questi primi dieci anni di vita del Club.
Al termine, un caloroso abbraccio fra i due Lions di lungo corso Vincenzo Di Bella, Lions Guida del Club, e Giorgio De Regibus, del L.C. “Casale dei Marchesi di Monferrato”, Club Sponsor, profondamente commossi, ha fatto luccicare molti occhi.

FESTA DI PRIMAVERA - L' 11 Aprile 2003
Presso il Jolly Hotel Marina al Porto Antico,  si e' svolta una bella serata con intrattenimento musicale, aperta a Soci e amici ospiti.
Alla serata ha partecipato un cabarettista che ha intrattenuto i convenuti sulle "macchiettistiche" immagini delle donne nei riguardi dell'uomo e viceversa. La serata e' proseguita con danze di ogni genere, dove hanno avuto modo di esprimersi le performances di alcuni Soci, abili "ballerini".

GITA A VERNAZZA ALLE 5 TERRE Il 18 Maggio 2003
Domenica 18 Maggio , in una splendida giornata di sole, tutti i partecipanti , soci e ospiti,  pronti a salire in carrozza del treno per le 5 Terre
Arrivati a Vernazza  si e' potuto assistere alla SS.ma Messa  nella chiesa di Santa Margherita di Antiochia (a.d. 1318 in stile Romanico Genovese) , meravigliosa chiesa che domina il mare da una rupe .
Pranzo al ristorante “ GIANNI FRANZI “ in piazzetta, e nel pomeriggio escursione libera per il borgo , con visita alla torretta a picco sul porticciolo, curiosando poi nei negozietti con specialita’ locali .
Tutti imbarcati su di una "vaporetto", si e' raggiunta in pochi minuti  Monterosso al Mare. 
Li' si e' visitato il più importante monumento di Monterosso, la Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista con la sua facciata gotica a righe bianche e nere, poi la bellissima spiaggia, ed anche qui la possibilita’ di visitare mille negozietti di ogni tipo .
Rientro a Genova con tanta allegria per la meravigliosa giornata passata in compagnia.

GITA SUL LAGO DI GARDA  31 Maggio / 3 Giugno 2003 
Partenza in Pullmann  da Genova, si e' arrivati  in tarda mattinata  a Riva del Garda.
Pranzo in ristorante, Nel pomeriggio escursione di mezza giornata con accompagnatrice: visita del centro storico di Riva del Garda, del Museo Civico, della Rocca e della Torre Apponale.  Domenica 01.06: Si e' partiti con il bus per il giro del Lago di Garda, con soste nelle località lacustri più suggestive: Sirmione e Gardone dove si  è visitato il Vittoriale. e  nel tardo pomeriggio rientro per la cena in un tipico ristorante con piatti tipici della tradizione trentina.
 Lunedì 02.06 partenza con il bus per l’entroterra del Garda, passando da Castel Toblino e procedendo poi per Fiavè, dove si e' visitato il caseificio. Discesa verso il suggestivo Lago di Tenno e pranzo presso il Club Hotel Lago di Tenno. Splendida passeggiata intorno al Lago e Ritorno  in hotel , per un intrattenimento musicale.
Martedì 03.06 ci si e'  imbarcati per una breve crociera con motoscafo privato con soste a Limone, piccolo paese sulla sponda occidentale del lago e a Malcesine, sulla costa orientale, con il suo caratteristico centro storico. Rientro a Riva del Garda  e viaggio di rientro a Genova, dove si e' arrivati in serata.
I quattro giorni di gita hanno veramente dato il senso dello stare insieme in amicizia.

ASSEMBLEA DI CHUSURA Il 20 Giugno 2003
Presso il ristorante Le Terrazze del Ducale, si e' svolta la consueta assemblea di chiusura dell'anno Lionistico 2002/2003,  con il saluto del Presidente uscente ed il discorso del Presidente entrante Marco Montagnani,
Lettura ed approvazione del bilancio consuntivo, votazione per modifiche allo statuto preparate dalla apposita commissione, e bridisi finale con auguri di buone vacanze a tutti da parte del Presidente Zanetti.
Il classico colpo di campana ha chiuso un anno di attivita' Lionistica e dieci anni di vita del Lions Club Genova Ducale.